Poesie: “I miei capelli”

La fronte si fa alta
e un capello se ne salta.
Faccio uno starnuto
e un altro ancora dice:
“ti saluto!”
Quello invece è rimasto storto
allora lo riporto.
Cadono come i pazzi
ma non vado
da Cesare Ragazzi.
Con la mano sulla testa
tocco quello che mi resta,
ma io, dentro resto uguale
peggio per loro
che cadono e si fanno male.

Toni Capello

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *