Poesie: “Carillon”

Gira, gira ballerina
sulle note di un valzer viennese
io ti ascolto ogni mattina
e mi perdo nel tuo danzare.

Mi ritrovo a volteggiare
tra le mura di un castello,
tra specchi dorati
e abiti damascati.

Sono come una farfalla
che gira intorno al suo ideale,
ti ho visto oh mio principe,
elegante e un po’ regale.

Ci perdiamo sulle note
tra le luci e la magia,
non mi parli, non ridi,
mi fai solo sognare,
la musica mi prende e
torniamo a ballare.

Poi ti fermi ballerina
ad occhi aperti non so sognare
mi ritrovo nel silenzio
e, domattina,
continueremo a danzare.

Ludovica Milano

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *