Poesie: “Background”

Eppure tace
il delirare di insensati pensieri,
tace il brusìo dell’anima incastonata
in questo music box,
e tace pure la ferita obliqua di lacrime fuori tono,
di una musica evoluta nel suo ferire
nell’apparire perpetua, quasi silente,
eppure assordante.
Tace quando vago solitario in cerca dei miei perché,
in balìa di uno stridio di nervi accavallati,
disteso in un letto di spine.
Il risveglio mi aspetta agonizzante uguale a ieri.
Insensati pensieri deliranti percorrono l’anima.
Tace la bocca serrata, cucita a punto croce.
Membra informi s’ammassano,
occhi vitrei guardano l’abisso
aspettando il conto alla rovescia:
9…8…7…6…5…4…3…2…1…zero.
E allora si compie la parola sghemba che dice
di quel particolare penzolare da un nodoso ramo,
mentre stormi di uccelli vanno oltre.
Non tace la musica in background,
intanto si è fatto notte.

Nello Farris

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *